• pinolacorte

SANTE’ BUCCO DENTAIRE AU BURUNDI

Realizzare una rete di servizi odontoiatrici ospedalieri sostenibili in 9 provincie rurali burundesi condotti da Thérapeutes Dentaires, per la prevenzione e cura delle patologie orali.


Réaliser un réseau de services dentaires efficaces et durables dans 9 provinces burundaises pour la prévention et le traitement des pathologies bucco dentaires

Questo progetto di cooperazione allo sviluppo riabilita e fornisce attrezzature e materiali ad una rete di ospedali e centri di salute in 9 province del paese, accompagnandoli per 4 anni sino alla sostenibilità. Le attività sono condotte dai primi Terapisti Dentali del Burundi diplomati all’Université de Ngozi, da un precedente progetto SMOM. L’OMS sottolinea come le gravi patologie orali nelle aree rurali, spesso non arrivino all’attenzione degli ospedali, ma dei centri di salute. Il progetto coinvolge dirigenti e personale infermieristico dei centri di salute rurali, per depistare le patologie orali gravi agli ospedali e soccorrere direttamente la popolazione con interventi di prevenzione primaria e secondaria.


L’obiettivo è migliorare la resilienza delle popolazione soccorrendola con una rete di presidi preventivi e terapeutici per la salute orale condotti da personale locale qualificato.


Résumé du projet

Ce projet de coopération au développement répare et fournit des équipements et du matériel aux hôpitaux et centres de santé dans neuf provinces du pays, les accompagnant jusqu’à leur pleine durabilité. Les activités du projet sont menées par les premiers thérapeutes dentaires du Burundi, diplômés par l’université de Ngozi dans le contest d’un précédent projet SMOM. Des programmes communautaires de prévention et de dépistage seront mis en place, en soignant dans les hôpitaux mis en service les enfants atteints de pathologies graves. L’OMS souligne que, dans les zones rurales, de graves pathologies orales n’arrivent souvent pas à l’attention des hôpitaux, mais des centres de santé. Le projet prévoit des cours de formation pour les cadres et le personnel infirmier des centres de santé, afin de dépister les cas les plus graves dans les hôpitaux et de secourir la population directement par des interventions de prévention primaire et secondaire.

L’objectif du projet est d’accroître la résilience des populations en les aidant par un réseau de dispositifs préventifs et thérapeutiques pour les communautés.


Analisi dei bisogni.

L’assenza di servizi di odontoiatria pubblici o privati, in uno dei paesi più poveri al mondo provoca l’insorgenza di patologie orali con fenomeni clinici parossistici, inimmaginabili ad un sanitario europeo. L’OMS classifica le patologie dell’oro faringe come quarta causa d’importanza di malattia per l’elevata prevalenza delle patologie cariose e paradontali e l’impatto significativo sulla salute generale. In Burundi si riscontrano gravi patologie orali come il Linfoma di Burkitt o il Noma devastanti in assenza delle terapie, solitamente risolutive. Il Noma malattia gangrenosa scomparsa in Europa dalla chiusura dei campi di concentrame-nto, interessa bambini da 2 agli 8 anni provoca la distruzione dei tessuti ossei, mucosi orali e periorali coinvolgendo guance e naso con l’80% di mortalità. L'OMS segnala ogni anno nel mondo dai 90.000 casi ai 140.000, molti di questi non arrivano negli ospedali troppo distanti e costosi per chi vive nei villaggi. L’assenza di sanitari specialisti e l’iniquità della loro distribu-zione sul territorio è drammatica. Nel 2018 vi era in Burundi uno specialista ogni milione di persone, ma gli oltre 11 milioni delle aree rurali ne erano totalmente sprovvisti. Il progetto coinvolge ed accredita nelle proprie funzioni 24 Thérapeutes Dentaires laureati da un progetto di SMOM, finanziato dalla Tavola Evangelica Valdese. Questi specialisti, potranno intervenire con programmi di prevenzione primaria e secondaria negli ospedali delle aree rurali. Un problema inaspettato è l’impreparazione di alcuni direttori sanitari degli ospedali che accettano un progetto di sviluppo ma credono di poter far condurre i servizi odontoiatrici ai loro ‘Chef de Dentisterie. Infermieri generici che hanno appreso sul campo, per imitazione, come strappare in qualche modo un corpo dentale senza adeguate conoscenze sulla trasmissibilità di gravi patologie endemiche. Quindi vi è la necessità di accreditare i Terapisti Dentali nelle proprie funzioni e consentire agli ospedali burundesi d'intervenire per la salute orale, senza investimenti iniziali sino ad una sostenibilità possibile, come dimostrato da diversi lavori dei terapisti condotti all’Université de Ngozi. In Burundi vi è una mancanza di attrezzature idonee, i pochi ambulatori attrezzati per terapie conservative hanno riuniti non funzionanti, spesso donati da interventi caritatevoli che si sono limitati a 'donare’ il bene. Il problema della manutenzione strumentale e del mancato commercio di attrezzature nel paese è un altro grave problema affrontato da questo progetto.

Attività del progetto

Le varie attività accreditano nel paese la presenza di una nuova specialità medica, l’Odontoia-tria’, la possibilità di tutela e cura di patologie cariose o paradontali ma anche gravi patologie orali! Si realizza una rete di servizi ospedalieri per la salute orale in 9 province del paese. La riabilitazione delle strutture operative ospedaliere, la fornitura dei materiali di consumo, di attività assistenziali sul territorio accrediteranno la funzione di questa nuova figura di Terapi-sta Dentale all’interno del sistema sanitario nazionale burundese. Sarà proposto ai singoli ospedali un accordo di partenariato con SMOM, capofila del progetto, che comporti la forni-tura delle attrezzature occorrenti, l’assistenza, la fornitura di materiale di consumo. L’ospedale si impegna ad contribuire al progetto con le proprie risorse e con l’impegno ad assumere il terapista al più presto, il solo che potrà utilizzare al meglio le attrezzature donate. Inoltre sarà anche concordato fra le parti e ad attuare un listino delle prestazioni odontoiatriche. I terapisti come già scritto sono preparati ad organizzare programmi di educazione preventiva sul territorio, con screening per individuare i pazienti con le patologie più gravi saranno depistati negli ambulatori dove saranno curati attingendo le risorse economiche dal bilancio del progetto. La fattibilità del progetto è data dall’esperienza maturata da SMOM in Burundi dal 2013 e in Africa dagli anni 90’. L’associazione conosce i Terapisti, la loro preparazione, il territorio e la situazione sanitaria di ogni singola provincia grazie ai rapporti redatti dagli studenti durante i periodi di stage. SMOM inoltre possiede le capacità tecniche e strumentali per riabilitare le attrezzature non funzionanti con interventi a bassa tecnologia e poco costosi. Si implementerà la formazione di tecnici riparatori della strumentazione e si negozieranno i tariffari sanitari.

1- Attivare servizi preventivo terapeutici:. Alcuni servizi spedalieri sono stati già attivati dal progetto precedente e continueranno a essere sostenuti. Molti di questi presidi, hanno strutture funzionanti donate o riabilitate, ma non un operatore specialista assunto dalla direzione sanitaria per le ragioni già descritte. La maggior parte delle provincie burundesi non hanno un servizio ospedaliero per l’odontoiatria e nessuna per terapie conservative. Queste provincie beneficeranno di tutti i vantaggi offerti dal progetto:. Beni strumentali, materiale di consumo, personale specialista, programmi di intervento preventivi e terapeutici. Risorse economiche indirette ottenute sostenendo il personale specialista per un massimo di 4/6 mesi, che consentiranno loro, di offrire alla comunità nuovi servizi sanitari a tariffe sostenibili. In Burundi in buona parte gli ospedali che hanno delle attrezzature odontoiatriche non sono funzionanti. Attrezzature e materiali frutto di donazioni di progetti caritatevoli che non si sono presi carico della formazione professionale e dell’accompagnamento del servizio sino alla piena sostenibilità.

a. Gli ospedali di riferimento provinciale saranno forniti di riuniti odontoiatrici moderni e di un terapista dentale. La complessità geografica del territorio, la mancanza di risorse economiche per gli spostamenti comporta che il malato accede raramente all’ospedale preferendo il Centre de santé

b. Si attiveranno servizi odontoiatrici in ospedali secondari o in ‘Centre de Santé’ con attrezzature semplici utili a garantire terapie di prevenzione primaria e secondaria.

2- Si realizzeranno dei corsi di formazione per dirigenti e personale dei Centre de santé per la gestione delle attrezzature donate e per le attività di prevenzione e screening che dovranno effettuare. Particolare attenzione sarà rivolta alle patologie orali debilitanti e/o mortali.

3- Si favorirà la nascita di una centrale di acquisti e vendita di materiale odontoiatrico, attualmente nessuno vende attrezzature o materiali per terapie conservative, devitalizzazioni o otturazioni dentali. Questo sostegno consentirà di poter condizionare sul piano etico la parte commerciale. L’associazione SMOM nei progetti precedenti in Burundi è stato costretta a donare i materiali non acquistabili in Burundi. Ciò contrasta con la necessità della cooperazione allo sviluppo di rendere autonomi le realtà sanitarie realizzate dal progetto. Le fonti di acquisto saranno varie, alcune piccole attrezzature, non commercializzate in Italia, saranno acquistati sui siti internazionali, altre in Italia.

4- Il progetto in tutte le sue attività impiega e valorizza personale specialista burundese, il Thérapeute Dentaire. Nel 2020 sono 24 i ‘Terapeuti Dentali’ già diplomati all’Université de Ngozi da un progetto SMOM, altri nove lo saranno nel novembre 2021. Questo personale ha sostenuto un corso triennale per tutelare e curare in maniera preventiva e conservativa le patologie orali più comuni e segnalare i casi più gravi alle autorità sanitarie competenti. Il terapista è un agente di salute comunitaria, organizza programmi di educazione sanitaria, realizza screening, individua le cause eziologiche e pianificare interventi per i cambiamenti comportamentali e interventi terapeutici preventive. Il personale sarà retribuito dal progetto per un periodo massimo di 4/6 mesi, rimborsando l’ospedale coinvolto che contrarrà con i terapista dentale un CONTRATTO DI BORSA DI STUDIO DI FORMAZIONE. Entro questo periodo l’amministrazione dell’ospedale si impegna ad integrare il terapista nell’organico dell’ospedale come previsto dagli accordi di partenariato che sottoscriverà che sono parte integrante di questo progetto. ANNEX 1

5- Durante le attività preventive scolastiche e screening saranno curati coloro con patologie serie . le lezioni motivazionali, le terapie aiuteranno a pubblicizzare la presenza di un servizio a tutela della e salute orale. L’ospedale sarà rimborsato dei costi generali per queste cure.

6- Riduzione della prevalenza delle patologie orali con i programmi scolastici di educazione sanitaria.

7- Il progetto si avvarrà dei volontari dell’associazione SMOM per il coordinamento e supervisione delle attività progettuali. Volontari che avendo condotto negli ultimi anni la formazione dei Terapisti burundesi sono in grado di indirizzarne le attività in relazione alle competenze acquisite.

0 visualizzazioni

Sostieni anche tu i nostri progetti dona il tuo 5X1000 a Smom  Indica: 97372180154

Via Lecchi, 9 – Milano.

segreteria@smom.care

 +39 028322272

  • White Facebook Icon

Subscribe to Our Newsletter

SMOM ONLULUS - P.iva/CF 97372180154 - COOKIE & PRIVACY - AREA AMMINISTRATIVA