top of page

‘Reddito alle donne’ Emancipazione socio economica e valorizzazione dei beni ambientali

Report della missioneSMOM a Boussouma - marzo 2023


Il progetto di emancipazione sociale ed economico centrato sulla valorizzazione dellerisorse umane ed

ambientali presenti nel villaggio è entrato nel suo quindicesimo anno.

Centro delle attività a Boussouma

Nel 2009 inaugurammo le prime due scuole primarie, seguite l’anno successivo dal ‘Centro di formazione e trasformazione’ per dare occupazione ed emancipazione alle donne dei villaggi. Durante la stagione secca, improduttiva per l’agricoltura, non vi sono nei villaggi subsahariani vere attività reddituali. In questi anni grazie al Vostro sostegno le donne di Boussouma hanno prodotto e commercializzato in Burkina Faso oltre 140.000

confezioni di passata di pomodoro, in buona parte esportate in Europa, 12

tonnellate di burro di karité e 130.000 saponette artigianali prodotte col 70% di burro di Karité. L’associazione delle donne è nata con l’arrivo sul territorio di SMOM, dall’unione di più associazioni, è composta da 100 donne che lavorano in tre diverse linee produttive che ha consentito loro di acquisire nuove competenze e produrre un reddito individuale e comunitario.


L’obiettivo che SMOM si è dato nel 2010, di superare l’economia di pura sussistenza che caratterizza i villaggi subsahariani con attività di emancipazione sociale ed economica è stato raggiunto.

Senza l’invio di personale espatriato europeo ma con il rientro guidato nel proprio villaggio di migranti, si sono attivate attività produttive capaci di far arrivare nuove risorse economiche nella comunità, dalle città e dall’Europa.



Le beneficiarie dirette di questo progetto sono le 100 donne coinvolte direttamente e le famiglie che forniscono le materie prime, coltivatori di pomodori e raccoglitori di noci di Karité. Si è attenuata la povertà economica e sociale di donne spesso sole per l’emigrazione del coniuge o la sua assenza, con figli da crescere.










Durante l’assemblea generale abbiamo raccolto la soddisfazione delle donne e definito alcuni interventi per migliorare le condizioni di lavoro. Si sono delineate le linee guida per raggiungere la piena autonomia dall’associazione SMOM con l’acquisto diretto delle bottiglie, oggi donate dall’azienda Verallia, dei tappi e dei profumi per i saponi non acquistabili in Africa.



Con il finanziamento della costruzione dell’ospedale, con i guadagni comunitari 2021,e dopo aver costruito negli anni scuole e pozzi, si è deciso la fine di investimenti nella comunità per creare dei servizi per le oramai numerose associate. Si creeranno fondi per la sostenibilità delle attività, accantonando capitale, un fondo per la sanità e un altro per finanziare attività di micro credito.


fasi del laborioso lavoro di preparazione del burro di Karité

Questo intervento di cooperazione allo sviluppo sostenibile è diventato un modello d’avanzamento sociale, meta di missioni governative, di gruppi di donne per la formazione, tesi universitarie, oggetto di servizi televisivi e dell’interessamento diretto del Presidente della Repubblica del Burkina Faso. Le attività realizzate nel villaggio hanno dimostrato che pur in condizioni ambientali e sociali estreme si può liberare sviluppo endogeno aumentando le competenze e valorizzando beni ambientali presenti. L’emancipazione sociale acquisita con le competenze lavorative ha migliorato la sicurezza alimentare, la resilienza e la loro qualità della vita.

Naturalmente le donne dell’associazione ringraziano le volontarie italiane, le botteghe, i GAS (Gruppi di

Acquisto Solidale), Emergency, Chico Mendes e coloro che commercializzano i loro prodotti, consentendogli di avere un ruolo sociale e reddito, di aumentare la loro capacità di resistere in un

territorio povero di risorse ambientali, dovendo spesso crescere i propri figli in assenza di una figura genitoriale maschile espatriata o assente.



Il progetto ringrazia i donatori privati e l’azienda Trafil Tubi per le risorse economiche che ogni anno mette a disposizione del progetto di emancipazione femminile.




74 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page